Display professionali

Display & Monitor delle migliori marche

Samsung Displays & Monitore Dell Displays & Monitore Asus Displays & Monitore ViewSonic Displays & Monitore LG Displays & Monitore Philips Displays & Monitore NEC Displays & Monitore Sony Displays & Monitore

Display & Monitor



Display o monitor: qual é la differenza?

I display e i monitor sono entrambi schermi in grado di riprodurre contenuti visivi. Tuttavia, sono chiamati display gli schermi di grandi dimensioni utilizzati nell'ambito del digital signage e per utilizzi interattivi. I monitor, invece, sono i classici schermi per PC.

I display sono concepiti per l'ambito business, didattico e le strutture pubbliche. É possibile utilizzare i display come:

  • Display informativi (ad esempio negli studi medici e nelle strutture alberghiere)
  • Display interattivi (ad esempio per svolgere lavori di gruppo in ufficio e nelle scuole)
  • Schermo pubblicitario/videowall (ad esempio POS, POI)
  • Sistema di controllo (ad esempio nelle fiere, musei e scuole)
  • Lavagne informative (ad esempio nei centri commerciali e negli aeroporti)
  • Sistema di prenotazione delle stanze (ad esempio negli hotel e nelle aziende)

Anwendungsbeispiele für Displays

I vantaggi di un display rispetto alle classiche lavagne informative sono:

  • costi complessivi più bassi per l'aggiornamento dei contenuti, poichè i contenuti in formato digitale si possono modificare rapidamente in ogni momento
  • possibilità di intercettare in modo efficace un determinato target di clienti
  • interattività (nei modelli dotati di funzionalità touch)
  • utilizzo prolungato (20/7 o 24/7) supportato da numerosi modelli
  • resistenza agli agenti esterni (modelli concepiti per uso esterno)

Per maggiori informazioni sulle tecnologie dei display la invitiamo a consultare la nostra guida all'acquisto di un display.

Quali sono gli aspetti da considerare durante l'acquisto di un monitor per PC?

Per scegliere il monitor più adatto é necessario considerare la tipologia di utilizzo. Ad esempio, ci sono monitor adatti per il gaming con un buon tempo di reazione oppure dispositivi pensati per l'ufficio.

Aspetti più importanti da considerare prima dell'acquisto di un monitor.

Diagonale dello schermo: quanti pollici?

La diagonale dello schermo determina la grandezza del monitor. Quest'ultima viene misurata in pollici: maggiore é il numero di pollici e più grande sarà la superficie del monitor.

Molto apprezzati sono i monitor con una diagonale compresa tra 24 e 27"(ossia tra 60 e 68,5 cm). Gli schermi di questi dimensioni possono essere utilizzati come monitor per PC e in ambito commerciale.

Nel caso in cui si abbia la necessità di utilizzare contemporaneamente più programmi e di tenere aperte le relative finestre,consigliamo schermi con una diagonale di 27" o 32" (82 cm). Un monitor per PC con una grande diagonale di immagine risulta essere molto utile in ambito professionale.

Diagonale dello schermo inferiore a 24" soluzioni convenienti per il business
Diagonale dello schermo compresa tra 24 e 27" schermi universali per il business, multimedia e il gaming
Diagonale dello schermo superiore a 27" grafica, elaborazione delle immagini e dei video, programmazione e high-end gaming

Maggiore é la grandezza dello schermo e maggiore dovrà essere la distanza di seduta. Nel caso di un monitor da 24", la distanza di visione ideale dovrebbe essere di circa un metro.

Tipo di pannello: TN, VA, IPS

Il tipo di pannello é uno dei fattori più importanti da considerare durante l'acquisto di un monitor per PC. La tipologia del pannello ha effetti diretti sulla riproduzione dell'immagine ed é determinante per soddisfare appieno le esigenze dell'utente.

É bene precisare che i termini TFT e LCD non si riferiscono al tipo di pannello, ma alle tecnologie utilizzate nella maggior parte dei display. Il termine LED indica una tecnica di retroilluminazione presente in tutti i monitor, tranne negli schermi OLED. Uno schermo TFT-LCD con retroilluminazione a LED dispone di uno dei seguenti pannelli: TN (Twisted Nematic), VA (Vertical Alignment) o IPS (In-Plane Switching).

La differenza tra i diversi tipi di pannelli si basa sulla disposizione dei cristalli liquidi nello schermo LCD. La diversa disposizione dei cristalli liquidi influenza positivamente o negativamente numerosi aspetti del monitor.

Punti di forza e di debolezza dei pannelli TN, VA e IPS:

TN VA IPS
Contrasto da basso ad alto molto alto alto
Fedeltà dei colori bassa molto alta alta
Stabilità dell'angolo di visione da accettabile a buona molto buona molto buona
Consumo energetico basso moderato alto
Tempo di reazione molto veloce lento da lento a veloce

Questi pannelli sono adatti ai seguenti tipi di utilizzi:

Tipo di pannello Tipologia di utilizzo
Pannello TN É consigliato per il gaming. Ha i tempi di reazione piú rapidi tra i pannelli finora menzionati (tempo di reazione: 1-3 ms veloce, 4-6 ms lento). Un pannello TN rappresenta anche una soluzione conveniente per l'ufficio e l'ambiente domestico.
Pannello VA É la scelta più adatta per l'elaborazione delle immagini e altre applicazioni grafiche. Sempre più spesso questo tipo di pannello viene utilizzato in ambito sanitario.
Pannello IPS L'eccezionale qualità delle immagini rende questo pannello ideale per tutte le applicazioni multimediali. É particolarmente apprezzato tra i grafici e coloro che lavorano nel settore creativo.








Risoluzione dello schermo & formato: dal Full HD al 4k

La risoluzione di un monitor per PC é collegata strettamente al formato dell'immagine. Uno schermo Full HD (1920 x 1080) ha un formato 16:9; così come un monitor 4k/ (4096 x 2160) e WQHD (2560 x 1140). Invece, un monitor con risoluzione 2560 x 1600 (WQXGA) ha un formato leggermente più grande di 16:10.

Ció dipende dal fatto che il formato di un monitor viene adattato alla sua risoluzione nativa. In questo modo le proporzioni e la qualità dell'immagine restano invariate.

Ovviamente, se la scheda grafica supporta questa funzione, é possibile passare anche ad una risoluzione maggiore rispetto a quella nativa. Tuttavia, l'attivazione di questa impostazione é altamente sconsigliata. Una risoluzione piú alta rispetto a quella che lo schermo é in grado di supportare, ad esempio, può causare un'errata riproduzione dei contenuti (ad esempio scritte e simboli molto piccoli) e una minore nitidezza delle immagini; fattori che possono affaticare la vista e provocare mal di testa.

Oltre ai formati sopra menzionati, disponiamo anche di monitor con un formato speciale, come il formato 21:9. I formati speciali offrono una sperficie di lavoro più ampia: questi apparecchi consentono di disporre in maniera ordinata su un unico schermo tabelle di grandi dimensioni e finestre di programmi e rappresentano una valida alternativa alla soluzione offerta da due schermi interconnessi.

Risoluzioni più diffuse e formato corrispondente:

Risoluzione Formato
1920 x 1080 Full HD 16:9
1920 x 1200 WUXGA 16:10
3840 x 2160 UHD 16:9
4096 x 2160 4K 16:9
2560 x 1600 WQXGA 16:10

Comodo ed ergonomico

Il concetto di ergonomia si riferisce soprattutto al grado di funzionalità e all'attenzione per il benessere fisico che dovrebbero caratterizzare l'allestimento di un posto di lavoro. L'ergonomia del design riveste un ruolo di primaria importanza anche al di fuori dell'ambito lavorativo.

Nei monitor l'ergonomia del design é una caratteristica rilevante. Ad esempio, un monitor regolabile in altezza e inclinabile può essere installato in maniera ottimale all'altezza dello sguardo. Questa possibilità di installazione permette di assumere una postura corretta e previene eventuali dolori al collo e alla schiena. Un monitor con una buona flessibilità di installazione, inoltre, contribuisce a prevenire l'affaticamento visivo.

Un monitor regolabile in altezza é perfetto per essere utilizzato in abbinamento al proprio Notebook. Da un lato si ha la possibilità di installare uno schermo per PC in maniera ottimale nel proprio ufficio o in ambiente domestico, dall'altro si può continuare a usufruire della praticità e della flessibilità offerte dal Notebook.

In linea di massima é possibile distinguere tre diverse funzioni che rendono un monitor ergonomico:

Ergonomie-Funktionen bei Monitoren

É consigliabile assumere una posizione corretta davanti al PC. Un monitor regolabile in altezza é in grado di colmare solo parzialmente il dislivello tra l'altezza dello sguardo e il monitor. É importante regolare correttamente l'altezza della scrivania e della sedia.

Collegamenti: DVI, HDMI, DisplayPort & USB-C

Un monitor di nuova generazione dispone di numerosi ingressi: tra questi i più diffusi sono HDMI (High-Definition Media Interface), DVI (Digital Visual Interface) e DisplayPort. A seconda del produttore, l'apparecchio puó disporre di più ingressi di uno stesso tipo, ad esempio due ingressi HDMI.


Anschlüsse bei Monitoren

Un monitor dovrebbe disporre di almeno due ingressi digitali (ad esempio HDMI e DVI). In questo modo é possibile collegare al monitor contemporaneamente due apparecchi in uscita senza dover sostituire il cavo.

I collegamenti piú diffusi nei monitor:

HDMI con il termine HDMI si intende un'interfaccia digitale. Tramite HDMI é possibile trasmettere immagini e file audio. A differenza di un collegamento analogico, come l'ingresso VGA, l'HDMI é in grado di trasmettere segnali video in alta qualità (fino al 4k).
DVI DVI, a differenza dell'HDMI, é in grado di trasmettere solo immagini. DVI-I trasmette segnali analogici e digitali, DVI-D solo digitali. In questo caso la risoluzione massima suopportata é di 2560 x 1600.
DisplayPort É in grado di trasmettere immagini e file audio ed é paragonabile allo standard HDMI. DisplayPort supporta una risoluzione delle immagini fino all'8K e assicura un sincronismo più elevato.
VGA É un ingresso analogico. Un ingresso VGA dovrebbe essere utilizzato solo nel caso in cui il monitor fosse sprovvisto di ingressi digitali.

Ingresso USB di tipo C: É un ingresso utile non molto diffuso. Questo collegamento possiede le principali caratteristiche degli ingressi DisplayPort,HDMI e USB. Il collegamento USB di tipo C é in grado di alimentare contemporaneamente dispositivi esterni o la batteria di uno Smartphone.

Tecnologia per il gaming: G-Sync & FreeSync

I monitor dotati di tecnologia G-Sync o FreeSync sono i più indicati per il gaming. Queste tecnologie sincronizzano la frequenza di riproduzione dell'immagine di un monitor con il frame-rate di un gioco per Pc. In questo modo é possibile eliminare l'effetto tearing e il fastidioso ritardo delle immagini, per una fluidità di gioco ottimale.

G-Sync é una tecnologia proprietaria sviluppata da Nvidia. I monitor con tecnologia G-Sync sono compatibili soltanto con le schede grafiche Nvidia (da GTX 650 Ti Boost)

La tecnologia FreeSync, a differenza di G-Sync, é uno standard aperto per la sincronizzazione adattativa tra il monitor e la scheda grafica. É una soluzione hardware/software che funziona indipendentemente dal produttore. L'unica restrizione é il mancato supporto delle schede grafiche Nvidia GPU. Per utilizzare questa tecnologia é sufficiente disporre almeno della potenza grafica di un Radeon R7 260 e di un ingresso DisplayPort versione 1.2a.